] ] ]
]
Regolamento - Forum - Ricerca - Messaggi ricevuti

]
] ]

 
] ] ]
]
Benvenuto Ospite ] ]
Nome:
Pass:
Auto login
Aggiungimi alla lista degli utenti attivi
Si  No

Hai dimenticato la password? | Registrati
]
] ]

] ] ]
]
Ricerca ] ]
Ricerca nel sito
Ricerca nel sito
]
] ]

] ] ]
]
Navigazione Sito
]
] ]

   
Schede informative
 Cocorite.it Forum Schede informative
Oggetto Discussione: Organi riproduttivi (Discussione chiusa Discussione chiusa) Inserisci rispostaInserisci nuova discussione
Vai al forum  
] ] ]
]
Autore
Messaggio Discussione precedente | Discussione successiva 
Anny_Gio
Senior Member
Avatar

Senior Member

Iscritto dal: 18 gennaio 2006
Bandiera nazionale di Italy Italy
Post: 10261
Sesso: Femmina
Postati: 08 giugno 2008 at 11:35 | IP Logged  

L’ apparato riproduttivo


L’ apparato riproduttivo femminile degli uccelli si è evoluto nel tempo in una struttura complessa, propria solo degli uccelli. Il processo di formazione e deposizione di un uovo è una delle meraviglie della natura.


Proprio come molti altri animale femmine, la femmina di uccello inizia la vita con due ovaie e due ovidotti. Comunque, nella maggioranza delle specie di uccelli, l’ ovaio destro e l’ ovidotti crescono più rapidamente di quelli destri, e il lato destro regredisce, lasciano solo l’ ovaio e l’ ovidotti sinistri. Alcuni credono che sia un adattamento per ridurre il peso, necessario per permettere il volo.


Alla nascita, l’ ovaio destro contiene tutte le cellule uovo che potranno svilupparsi nella vita. Queste cellule continueranno a svilupparsi una volta che la femmina raggiunge l’ età riproduttiva.


Le femmine degli uccelli possono essere determinate o indeterminate deponitrici di uova. Deponitrici determinati sono quegli uccelli che depongono solo un determinato numero di uova – come corvi o pappagallini ondulati. Deponitrici indeterminate – come i pappagalli- possono rapidamente rimpiazzare qualsiasi uovo perduto, non deponendo così un determinato numero di uova. Gli allevatori utilizzano questo fatto rimovendo le uova e incubandole artificialmente, incoraggiando così una maggiore deposizione.


L’ apparato riproduttivo femminile è diviso in alcune parti. Ci vogliono circa 25 ore per un uovo per viaggiare dall’ inizio alla fine. La prima parte del tratto riproduttivo femminile è l’ infundibulo. Esso consiste in a)un funicolo che cattura la cellula uovo, b) una regione tubulare conosciuta come regione infundibolare (chalaziferous). Gli spermatozoi fecondano l’ uovo nella porzione a imbuto dell’ ovidotto sinistro. In ogni caso, una femmina può deporre uova anche se non c’è stato accoppiamento per fecondarle. Le uova poi passano nella regione infundibolare. Qui uno strato di albume, conosciuto come strato infundibolare e la fibrilla (chalazia) che sospende il tuorlo, sono secrete dalle ghiandole della regione tubulare. L’ uovo rimane nella prima parte del tratto riproduttivo per 15 minuti.


La seconda parte dell’ ovidotto è il magnum. È la più lunga e arrotolata porzione dell’ ovidotto. Ha pareti molto ispessite e contiene molte ghiandole tubulari che secernono albume, sodio, magnesio e calcio. L’ uovo rimane nel magnum per 3 ore.


L’ istmo è la porzione corta dell’ ovidotto. Durante i 75 minuti nei quali l’ uovo rimane qui, vengono formate le membrane interna ed esterna del guscio che lo delimitano e inizia la calcificazione.


L’ utero o ghiandola del guscio è il luogo in cui l’ uovo rimane più a lungo –da 20 a 26 ore. Il guscio dell’ uovo è secreto qui e inizia l’ accrescimento (plumping). L’ accrescimento è la rapida aggiunta di soluzioni acquose all’ uovo, il che raddoppia il peso dell’ albume.


La parte finale del tratto riproduttivo femminile è la cloaca. L’ uovo passa attraverso questa porzione quando viene deposto.


Gli spermatozoi possono essere conservati in ghiandole specializzate chiamate ghiandole ospitanti lo sperma che sono localizzate nello sfintere vaginale per alcuni giorni. Gli spermatozoi viaggiano fino all’ infundibulo per fecondare l’ uovo.


La maggioranza degli psittacidi (pappagalli) depone le uova ogni 2 giorni, mentre i passeriformi (canarini e cardellini)e i polli solitamente depongono un uovo ogni 24 ore durante il loro ciclo di deposizione.


L’ ovaio è completamente sotto il controllo ormonale. Negli uccelli che sono deponitori stagionali di uova, l’ ovaio sinistro sottostà a tre fasi di sviluppo. Durante la prima fase, la accelerazione prenunziale, l’ ovaio aumenta di volume. La seconda fase, la fase del culmine, è quando succedono l’ovulazione e la deposizione. La terza fase è il periodo refrattario durante il quale l’ ovaio regredisce in dimensioni fino alla volta successiva.


Durante gli stadi iniziali o finali della deposizione delle uova, l’ infundibulo può fallire nella cattura della cellula oculata e essa può entrare in cavità addominale. Ciò è conosciuto come “deposizione interna”. L’ uovo può venir riassorbito o può portare a un processo infiammatorio chiamato peritonite del tuorlo d’ uovo.



Articolo di Linda Pesek 



__________________

La luna è un cerchio,ci vuole poco a disegnarla...ha un’aria nobile e un cielo intero ad ammirarla.
Torna sù Versione stampabile Viste Anny_Gio's Profilo Ricerca altri post di Anny_Gio
]
] ]
Vai al forum  

Scusa, NON puoi postare una risposta.
Questa discussione è chiusa.

  Inserisci rispostaInserisci nuova discussione

] ] ]
]
  ] ]
Versione stampabile Versione stampabile
Tu non puoi postare nuove discussioni in questo forum
Tu non puoi rispondere alle discussioni di questo forum
Tu non puoi cancellare i tuoi post in questo forum
Tu non puoi modificare i tuoi post in questo forum
Tu non puoi creare sondaggi in questo forum
Tu non puoi votare nei sondaggi di questo forum
]
] ]


] ] ]
]
Questa pagina è stata generata in 1,2939 secondi. Powered by SOOP Portal Raven 1.0(sprintrade network)
]
] ]